Descrizione immagine

Benvenuti nella rubrica dedicata alle iniziative di solidarietà

"DISABILITA': PERCORSI DI VITA E DIRITTI FONDAMENTALI"

Descrizione immagine
Descrizione immagine

Venerdì 24 ottobre 2014 a partire dalle ore 16 presso il Salone dei Marmi del Comune di Salerno (Via Roma-Palazzo di Città) si svolgerà un convegno intitolato Disabilità: percorsi di vita e diritti fondamentali.

Il convegno vuole aprire un dibattito sulla condizione dei disabili in Italia, sulle difficoltà e i pregiudizi che essi affrontano quotidianamente, su problematiche gravi come le barriere architettoniche, ancora ben presenti, nonostante le leggi vigenti parlino chiaro. Si analizzeranno i diritti fondamentali della persona con disabilità, troppo spesso misconosciuti o non rispettati, con un focus sul mondo del lavoro e sulle tutele normative previste per l'accesso e l'uscita del disabile dal mercato occupazionale. Nel corso dell’incontro sarà presentato il libro “Fermo da una vita”, di Luigi Battilo (ed. Caracò), diario di un giovane campano ammalato di SLA (sclerosi laterale amiotrofica). Nella sala saranno esposte, per l'occasione, le opere di Donatella Donatelli, facenti parte del progetto fotografico “Be that Woman".

Parteciperanno, in qualità di relatori: Luca Trapanese, presidente di “A Ruota Libera” ONLUS; Gianluca Memoli (consigliere del Comune di Salerno, vicepresidente della Commissione Sport e Politiche Giovanili); Floriana Nasso (avvocato giuslavorista); modera: Michele Piastrella (giornalista)

Il convegno è organizzato dall’Associazione culturale “Felix”, in collaborazione con la Rete dei Giovani per Salerno. L’evento gode del patrocinio morale del Comune di Salerno.

L'incontro è rivolto in particolare ad associazioni di volontariato e ad operatori socio assistenziali.

E’ particolarmente gradita la presenza dei giornalisti. Per informazioni, rivolgersi al numero di telefono 333.6414632 (Michele Piastrella). Inoltre, al convegno hanno aderito le seguenti realtà associative: AGAS Ass. Giovane Avvocatura Salernitana; ALEC Ass. lavoratori Extracomunitari e Comunitari; Comitato Provinciale Salerno del CONI; ARCAN Ass. Salerno Cantieri&Architettura; ASG Ass. Studenti Giurisprudenza; Coop. Sociale Aurora; Ass. Avalon Arte;Coop. Sociale Cava Felix; Coop. Sociale Delalo; Effetti Collaterali; FNI Federazione  Nazionale Imprese Salerno; CAS Centro Artisti Salernitani; hoice Giovane Onlus;CIDEC Confederazione Italiana degli Esercenti Commercianti; Forum dei Giovani di Cava; FRIDA Ass. contro la violenza di genere; Fucina Rhodium; Giffoni Futura Volley;  Hippo Basket Salerno; Humanitas Soccorso Italia Onlus; Coop. Sociale il Villaggio di Esteban; Indiani d’Occidente Onlus; Intercultura Onlus; JCI Junior Chamber lnternational Salerno; Ass. Giuristi La Cittadella;  Coop. Sociale La Cometa del Sud;  Teatro La Ribalta; LIPU; Ass. Officina  Creativa Libera-Mente;  Aldebaran; Coordinamento Nazionale Antimafia Riferimenti; Fonderie Culturali; Mondi Sostenibili;  Ass. Mouna Nada Yana;  MSP Movimento Sportivo di Salerno;  ROTARACT Club Campus dei Due Principati Salerno; S.O.S. Solidarietà Onlus; Ass. Salerno Activa Civitas; Ass. Salerno Progetto Comune; Ass. Universitaria Sintesi; Univercity;  UPI  Università  Popolare Interculturale;  Obiettivo  Famiglia  FEDERCASALINGHE; FIAB  Federazione  Italiana  Amici  della  Bicicletta.

 

Per info: Luigi Bisogno (Rete dei Giovani per Salerno)

Cell: 333 2631563

Email: associazionismosalernitano@gmail.com

Scatti di bellezza, i malati oncologici diventano fotografi

Descrizione immagine

La Psiconcologia del Pascale promuove un concorso fotografico per sconfiggere  

ansie e paure


La scoperta di una malattia grave come può essere il cancro, le terapie da affrontare, con tutti gli effetti collaterali che ne conseguono, possono annullare in una persona l’interesse per tutto ciò che di bello ci circonda. La paura e l’ansia prendono il sopravvento, la mente inevitabilmente si chiude al futuro. Per far sì che i pazienti oncologici continuino a guardare al bello che c’è fuori dalla propria diagnosi, il Dipartimento di Psiconcologia dell’Istituto dei tumori di Napoli, diretta da Francesco De Falco, ha promosso un concorso fotografico, rivolto a tutti gli ammalati di tumore dal titolo <Scatti di bellezza>. 

I partecipanti possono inviare all’indirizzo di posta elettronica, scattidibella@libero.it tre foto in formato digitale, corredate da aforismi o pensieri. Tutti gli scatti saranno raccolti in un volume e i primi tre ritenuti più interessanti saranno premiati.   

<Con questo progetto fotografico – spiega De Falco – chiediamo a chi attraversa un momento difficile di pensare che la bellezza è una fonte inesauribile di energia per tutti. E’ chiara la connessione tra arte, cultura, creatività in genere e stato mentale, tanto che l’arte è considerata oggi terapeutica, utilizzata nei percorsi di cura>.

 

Napoli, 13 giugno 2014

 

Ufficio stampa   Cinzia Brancato  (333 3900129)

Tutti insieme con Emanuele Scifo

Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Mi chiamo Emanuele e sono un ragazzo di 33 anni della provincia di Salerno,la mia vita sin dall'età di 5 anni non è stata molto facile , purtroppo la mia salute mi ha dato sempre grossi problemi ma sono riuscito sempre a rialzarmi anche quando tutto poteva sembrare oramai perduto. Oggi purtroppo credo di essere arrivato alla fine del mio viaggio, non mi lamento ho avuto tanto dalla vita, una famiglia magnifica una straordinaria fidanzata e tanto amici. Purtroppo dal 2005 è iniziato un calvario, combattere con una patologia che mi ha consumato nel tempo. Pesavo circa 98 kg, ero sovrappeso ma avendo fatto uso di farmaci per una patologia renale pregressa era quasi normale il mio peso. La mia vita nonostante i problemi trascorreva normalmente quando un giorno ,
appena dopo pranzo incominciai ad avere un forte senso di nausea e vomito, accompagnato da tremendi dolori all'addome. Da allora ad oggi che peso 44 kg ne è passatodi tempo , forse il più lo ho trascorso in sala operatoria e nei reparti di degenza dell'Ospedale S.Orsola di Bologna. Ho una patologia che si chiama pseudo ostruzione intestinale cronica aggravata da una gastroparesi che , appunto, nonostante gli interventi chirurgici non è regredita anziè peggiorata.
Oggi, vivo , nonostante io sia laureato n Infermieristica , una vita da disabile,libero tra virgolette sino alle 19 per poi essere schiavo di un'infusione notturna di 12 h che sostituisce la mia nutrizione. Ciò di per sè non sarebbe poi così grave se solo ciò servisse a farmi stare 
meglio, invece ormai da sette mesi sono stato inserito in una lista per un trapianto multivisceralestomaco -(duodeno-pancreas-milza-intestino tenuee crasso), che visto il mio stato di salute rappresenterebbe l'ultima chance. Chiaramente come è facilmente comprensibile questo tipo di trapianto è molto raro saranno una 40 in tutto il mondo e purtroppo ha un alto tasso di mortalità.
Questo non mi preoccupa nè mi spaventa ,solo che siccome l'unico centro in Italia che effettua questo trapianto è Bologna e  come detto l'intervento è 
un intervento ad alto rischioe la tempistica è quantomai incerta. L'unica alternativa possibile per me sarebbe quella di recarmi a Miami, dove sebbene le possibilità di vita o morte sarebbero le stesse,presso il centro 
del Jackson Memorial Hospital, sicuramente l'incidenza dell'intervento a cui io mio dovrei sottoporre è piu alta e quindi questo potrebbe giocare a mio favore. Come potete immaginare il preventivo di un intervento del genere è altissimo,  si parla di 900000euro una somma altissima. Io vorrei giocarmi la mia ultima possibilità ma non permetterei mai, sapendo i rischi che corro,a parte tutto , la vita è importante e bisogna lottare sino alla fine .
Credetemi mi vergogno in questo momento di crisi per l'italia a chiedere un aiuto economico , ma se potesse servire a provare a vivere ... 
Vi ringrazio sin da ora dell'attenzione che mi presterete,in qualunque modo, anche solo leggendo queste righe.
Ho deciso di chiedere aiuto a tutti voi ..... E RICORDATE IL CARPE DIEM........        Questa è la mia occasione.......!!!! Se potete aiutatemi..............

Grazie.

Emanuele Scifo

testo tratto da: una-corsa-contro-il-tempo.webnode.it

Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine

Venerdì 9 Maggio

Auditorium del Centro Sociale di Battipaglia


Gerardo Amarante e gli Spaccapaese sosterranno con il loro divertentissimo spettacolo la causa del nostro concittadino Emanuele Scifo.


Tutti ormai conoscono la storia di Emanuele, e anche Legambiente 

Battipaglia Bellizzi vuole fare la sua parte per contribuire alla causa.
Abbiamo scelto la strada della musica, della tradizione e soprattutto del sorriso: ce ne saranno tanti, ce la faremo!


Per saperne di più:
http://una-corsa-contro-il-tempo.webnode.it/

www.spaccapaese.com/

 

 Link consigliati: 

Descrizione immagine